GreenLife

categories (46 Posts)

2 modi per cucinare la zucca in modo creativo!

Il mio orto questa estate ha ospitato delle meravigliose piante di zucca.
Le ho seminate, curate, trapiantate, annaffiate, protette e per fortuna nonostante la siccità 4 zucche sono sopravvissute!
Esistono un milione di blog e libri dove potete trovare ricette dedicate a questo meraviglioso frutto della terra.
Io vi regalo 2 miei esperimenti molto gustosi… perfetti per l’autunno e per l’inverno!
Fatemi sapere cosa ne pensate!! E se vi piacciono condividete! 😉

SQUISITEZZA ALLA ZUCCA
Ovvero come fare una purea deliziosa che piace anche ai bambini!

Io la preparo con le patate… non la chiamo “vellutata” perché i veri cuochi storcerebbero il naso!!
Ingredienti
600 gr di patate
700 gr di zucca
1 litro di brodo vegetale
1 foglia di alloro
Soffritto di cipolla, sedano e carota
Olio extravergine d’oliva
Ingrediente segreto: erbetta pepe
Procedimento
Metti prima di tutto a preparare il brodo. Dato che ci vorrà un po’ di tempo, ritagliati almeno mezzora di libertà…
Taglia zucca e patate a cubetti.
Scalda l’olio in una casseruola capiente ed

Come ricaricarsi dopo una settimana di lavoro

Il tanto desiderato venerdì è arrivato e così lo stress e la stanchezza accumulati dalla settimana di lavoro alle spalle.
Quante volte nei giorni di riposo ti sei ritrovato a DOVER per forza fare qualcosa?
DOVER organizzare, DOVER vedere amici, DOVER vedere i familiari….
DOVERE, DOVERE, DOVERE!
Ed ecco che, insieme al giorno di riposo arriva anche l’emicrania.
A me succedeva SEMPRE! Così ho cercato una soluzione…
Le aspettative che si hanno quando sta per arrivare il weekend dopo una settimana di duro lavoro, sono sempre troppo alte.
E va a finire che non ci godiamo nulla.
Ti posso dimostrare come invece basta davvero pochissimo per uscire da questo impasse!

Se hai letto qualcosa su di me nel mio blog, saprai già che faccio parte di coloro che hanno scelto la decrescita felice nella propria vita.

Cos’è la decrescita felice? Se questo tema ti appassiona e vuoi documentarti meglio ti invito ad iscriverti alla mia newsletter. È mensile quindi non ti

Orto, consociazione e Solstizio… un tris vincente!

Mi piace sbirciare l’orto dai rami degli alberi.
Mi fa sentire come parte di quel mondo fatato, nascosto tra le cortecce e il muschio, le foglie rampicanti e i fiori…

Il mio orto è proprio come me: ingarbugliato e caotico.
L’esperimento della consociazione comunque è andato avanti, non ho utilizzato nessun pesticida nonostante le tantissime formiche e pidocchietti, ho solamente vaporizzato ogni giorno con macerato d’aglio e ortica ed annaffiato tutte le sere al tramonto.
Per una buona consociazione tra le specie i miei pomodori convivono sereni con basilico e fiori di tagete; i cavolfiori con le verze si divertono parecchio accanto alle patate che han stretto amicizia con zucche e zucchine.
Le zucche luffe infoltiscono le foglie accanto alle biete che crescono ribelli… le carote non sono state un granché simpatiche invece.

In un angolo remoto si incrociano meloni, melanzane e cocomeri, mentre i fagiolini sonnecchiano sotto il pero e l’ulivo, lentamente vengono su…
Non

Come fare un’acqua di rose fatta in casa!

Acqua di rose fai da te

Maggio 2017
Guardando le prime rose che sono spuntate in giardino, anche quest’anno ho deciso di dedicare un po’ di tempo alla preparazione dell’acqua di rose.
Non ci vuole molto: petali, acqua e qualche contenitore di vetro… ma se volete sapere ancora più velocemente come si fa, c’è il mio video, dura poco più di 1 minuto!!
VIDEO TUTORIAL ACQUA DI ROSE

Per esperienza posso dire che l’acqua di rose è un prodotto tanto semplice quanto straordinario. Buona sia come tonico per il viso, ma anche per la pulizia della pelle di adulti e bambini. Rinfresca, tonifica, è naturale e delicata…
A parte petali ed acqua io non metto nessun conservante, quindi ne preparo una quantità che so di poter consumare entro una settimana al massimo. Se volete però far si che duri di più potete aggiungere un paio di cucchiai di alcool alimentare 95 gradi oppure del conservante per cosmetici (per questa dose

Orto e consociazione: pomodori e basilico, la coppia perfetta!

orto e consociazione

Aprile è il mese in cui Madre Natura indossa il suo vestito più bello e sfila per le strade del nostro bel paese…
Se vi guardate intorno infatti noterete un verde più acceso ovunque, nei parchi o per le campagne.
Fiori e piante si muovono adesso in pompa magna per fare presto spazio ai gustosi frutti estivi.
Il ciliegio si prepara, dopo i fiori bianchi arrivano i primi timidi frutti!
Anche i primi fichi iniziano a spuntare…
Dai mandorli alle pere, dai ciliegi alle lavande nel mio orto-giardino è finalmente sparito l’arido paesaggio invernale lasciando il posto ad un allegro quadro di colori.
La cosa che mi rende più felice è il rumore laborioso delle api che vengono ad apprezzare il nettare di tutti i fiori selvatici o coltivati che ho sparsi in giro… in un caos che mi contraddistingue!

Le vedo indaffarate passare dai petali bianchi dei peri a quelli rosati delle mele cotogne, per poi

Orto e consociazione… non ne so nulla, ma ci provo! – parte I

Ci siamo. È realmente arrivata la primavera!

Sono mancata un po’ dal blog perché in questo periodo ho lavorato alla realizzazione di un progetto abbastanza impegnativo, soprattutto per me che sono partita da quasi zero! Se siete curiosi di sapere come realizzare un orto con una logica di consociazione tra specie diverse, piccolo o grande che sia, questo è l’articolo giusto da cui partire!
Orto da zero… a sotto zero
Con uno spazio di circa 400 metri quadrati, tanti libri, internet e i preziosi consigli di chi ne sa sicuramente molto più di me, ho iniziato questa avventura.
Vorrei avere un orto dove sperimentare la consociazione, ovvero la convivenza pacifica tra specie di verdure, spezie, fiori diverse che possano fortificarsi e migliorare la qualità del raccolto a vicenda, senza l’uso di strumenti artificiali o chimici.
Ho cominciato preparando il terreno con una vangatura abbastanza profonda, soprattutto dopo i giorni di freddo immenso che abbiamo avuto a gennaio