Meditazione fatta in casa!

meditazione fatta in casa

È davvero molto tempo che non scrivo un articolo sul mio blog, ed il motivo è che più tempo libero si ha a disposizione, più si desidera riempirlo di cose da fare!

In questi mesi ho lavorato ad una serie di idee e progetti “segreti” che mi piacerebbe pian piano sviluppare, ma se da un lato ho le mani in pasta in cucina, nell’orto e non solo, dall’altro lato non posso metterle anche al computer, purtroppo!

Finalmente eccomi qui e con grande soddisfazione vorrei dedicare questo primo articolo dell’anno ad un argomento sottile e delicato: la meditazione.

Scommetto che sei una persona con un’agenda fitta di impegni. Chissà magari sei una mamma (o un papà), lavori anche ed hai poco tempo per te.

Nelle tue intense giornate, riusciresti a trovare delle ore da dedicare ad una cosa complessa e immensa come la meditazione?

Se questa poi ti viene mostrata sempre come qualcosa da fare seguendo un lungo corso, un gruppo spirituale o di studio filosofico, sai già in partenza che le ore necessarie da investire saranno troppe per il tuo standard di vita.

Ora ti starai chiedendo “cosa c’entra questo argomento in un blog che parla di autoproduzione e ricette…?” 

Beh… la mia meditazione è fatta in casa!

Se l'autoproduzione ti incuriosisce, scarica GRATIS la mini-guida!

Trovare la concentrazione, ascoltare il proprio respiro, cercare la centratura tra noi e l’ambiente non sono attività da fare esclusivamente rinchiusi in un tempio come gli eremiti.

Meditare e concentrarsi su sé stessi è qualcosa che può far parte del quotidiano, a casa o nei luoghi dove ci sentiamo a nostro agio.

Ho deciso di chiamare questo approccio “home-made mindfulness” e fa parte di uno dei miei 3 pilastri di vita.

Imparare a meditare in modo serio è, come per ogni cosa, un impegno da non prendere sottogamba e per questo ci sono luoghi studiati appositamente e professionisti.

Imparare però a volersi bene sfruttando ogni attimo della propria giornata con un metodo alla portata di tutti, è semplice e può dare comunque grandi soddisfazioni!

Ti spiego cosa voglio dire andando subito al sodo…

Sono una persona che ha molti interessi, oltre ad un lavoro partime, una casa da gestire, un figlio ed una vita privata. Insomma una situazione standard, dove riuscire a ritagliare del tempo in solitudine è quasi impossibile (quasi…).

Ho deciso quindi di agire al contrario: non devo trovare del tempo per meditare, devo invece trasformare quello che faccio in un momento di relax!

Quando decido di “meditare” durante una attività pratica quotidiana faccio questo:

  • rilasso la pancia lasciando che si gonfi ad ogni inspirazione
  • rilasso le spalle e cerco di non tenere in tensione nessun muscolo del collo
  • se devo stare in piedi tengo le ginocchia leggermente piegate

Faccio un paio di lunghi respiri ed inizio lamia attività!

In cucina 

Tra fornelli, pentole e tegami i movimenti diventano come una danza, i miei pensieri fluiscono da un’azione all’altra. Resto sempre concentrata su quello che sto facendo (altrimenti rischierei di fare un bel falò!) ma lo faccio respirando di pancia, lasciando scorrere i pensieri, non distraendomi con tv o smartphone o altro…

Guardo l’acqua sobbollire nella pentola e ascolto il suo borbottio delicato.

Chiudo gli occhi, sento il profumo del cibo che cuoce in padella e cerco di percepirne la sapidità.

I pensieri vanno e vengono, ma non si fissano nella mia mente…

Alla fine della preparazione mi sento felice, rilassata e sono certa anche che quello che ho cucinato sarà più buono!

Pulizie della casa

In tutti quei momenti in cui mi trovo a compiere delle azioni ripetitive, come appunto il riassetto e la pulizia della casa, per me tutto diventa concentrazione e meditazione.

Quando mettiamo ordine all’esterno di noi, stiamo facendo qualcosa di fondamentale anche per il nostro “interno”.

Partire da una situazione di caos o sporcizia e lentamente ristabilire gli standard aiuta la mente a ritrovare il suo equilibrio.

Prendere coscienza dell’ordine in casa (che poi ognuno ha il suo di concetto di ordine o disordine ovviamente…) è un punto fondamentale per centrare il nostro essere nell’ambiente in cui viviamo e per sentirci bene.

Orto-Balcone

Se hai la fortuna di avere un piccolo spazio verde, ma anche un balcone o una finestra dove mettere dei vasi, puoi dedicarti alla coltivazione delle erbe aromatiche.
Bastano 10 minuti ogni giorno per fare qualcosa di molto bello, utile e rilassante!

Lasciando sempre fluire i pensieri e spazzando via ciò che di negativo c’è stato nella giornata, affonda le mani nella terra dei vasi, togli i sassolini, le foglie secche e osserva i dettagli dei fiori e delle foglie.

Fermati ad ammirare il mondo nascosto degli insetti, annaffia lentamente e ringrazia la pianta dei suoi frutti.

Sarebbe veramente il massimo se coltivassi qualcosa con cui poter fare delle tisane, ad esempio menta, camomilla, salvia, malva…

Oltre ad avere una piccola attività green che rilasserà il nostro cervello, potremo far essiccare queste piante ed utilizzarle in cucina avendo così l’immensa soddisfazione di aver fatto crescere qualcosa di buono con le nostre mani e di poterlo consumare…

La casa è l’ambiente dove costruiamo il nostro rifugio, dove creiamo e risolviamo conflitti, dove ristabiliamo l’ordine e l’equilibrio dello spirito e dove troviamo persone, oggetti, animali e abitudini che amiamo.

È il luogo più intimo ed importante dove investire il nostro tempo…

Related Post

Write a comment